PARFUM D’EMPIRE – Fougère Bengale

16 Apr 2019

 

 

Marc-Antoine Corticchiato, un nome, un naso, l’identità intrinseca del marchio di profumeria artistica PARFUM D’EMPIRE. Una dualità tra origini e vissuto, divisa tra Corsica e Marocco, che ha contribuito ad alimentare la sua passione per tutto ciò che sprigiona odore, tanto da utilizzare le competenze derivanti da un dottorato in chimica delle piante aromatiche, per creare evocazioni inebrianti, insolite, del tutto inaspettate.

“In occasione della tesi di dottorato, ha sviluppato una tecnica innovativa per analizzare gli estratti delle piante attraverso una risonanza magnetica nucleare al carbonio 13; ha completato la sua formazione presso la rinomata École Internationale de Parfumerie de Versailles (ISIPCA) e, successivamente, ha lavorato presso un laboratorio di ricerca specializzato in analisi delle piante aromatiche e metodi di estrazione, vedendo il suo lavoro pubblicato nelle riviste scientifiche internazionali”.

Una vita dedicata alla composizione di miscele aromatiche e aromaterapeutiche e alla ricerca dei migliori estratti esistenti nel panorma mondiale che, nel 2003, lo ha portato a fondare il marchio di profumeria artistica PARFUM D’EMPIRE. Una notevole e approfondita conoscenza delle materie prime, che gli ha consentito di svelarne tutto il potenziale, riportando il profumo alla sua funzione originaria: afrodisiaca, celebrativa, emozionale.

 

 

Ed è proprio in quest’ottica che nasce Fougère Bengale. Un fougère aromatico – insolito e misterioso – costruito attorno al fascino suadente del tabacco mielato. Un vortice inebriante di note calde e selvatiche, che narra le battute di caccia alla tigre del Bengala, sprigionando in modo evocativo i sentori affascinanti e contrastanti della giungla.

Fougère Bengale apre la battuta di caccia con la freschezza aromatica della lavanda, per poi svelare sentori di fieno – che richiamano le piantagioni di tè dell’Assam – incorniciati da tocchi impalpabili di fava tonka. Il tabacco biondo, aroma evanescente delle sigarette degli ufficiali inglesi, si mescola alle essenze selvatiche del sottobosco indiano, per poi scoprire l’anima vellutata e cremosa della Vaniglia del Madagascar.

My Experience:

Fougère Bengale rivoluziona la classica famiglia fougère, sublimandola con un interessante connubio di fieno e tabacco. Ne deriva una scia inebriante, calda e aromatica, liberamente ispirata al fascino selvaggio e maestoso della tigre del Bengala.

Marina Donato

+ ritorna a tutti gli articoli.